Il risveglio del pecorone

27 gennaio 2014 Non attivi Di Carlo Mea


Lo scopo della vita è l’autosviluppo.
Sviluppare pienamente la nostra individualità,
ecco la missione che ciascuno di noi deve compiere.

Oscar Wilde

Quello che fai, credi e parli è ciò che tu sei veramente o sarà solo frutto di condizionamenti socio-culturali che ti spingono ad agire e pensare in una determinata maniera?

L’insegnamento scolastico ed universitario che hai avuto, secondo te, ti hanno aiutato ad essere una persona più felice, a raggiungere i tuoi obiettivi nella vita e a sviluppare il tuo pieno potenziale? O ti hanno insegnato tante teorie inutili, ad obbedire al sistema e ti hanno costretto a pensare come tutti gli altri?

Il rapporto con il tuo partner ed amici rispecchia quello che tu sei per davvero o ti comporti così perché fai come hai visto fare?

Hai mai ragionato se sposarti, avere figli ed essere alle dipendenze di qualcun altro è quello che desideri veramente fare o sei succube della Matrix che ti porta a credere che quella è la vera realizzazione personale?

Hai mai pensato se quello che mangi è quello che trasmette salute e vigore al tuo corpo? O sarà quello che gli interessi economici dell’industria alimentare ti inducono a mangiare? Le medicine che prendi sono quelle che ti fanno veramente guarire o sono quelle che arricchiscono le grandi aziende farmaceutiche?

Quello che acquisti è quello che veramente soddisfa i tuoi bisogni o sarà quello che le campagne pubblicitarie ti plagiano ad acquistare?

Sei una persona che si rassegna e accetta passivamente il volere altrui o sei coraggioso e combattivo per difendere e fare ciò che credi? Hai mai riflettuto se le tue paure e sensi di colpa non ti siano stati per caso inculcati per renderti più facilmente controllabile?

I tuoi obiettivi nella vita (partendo dal presupposto che tu almeno li abbia) sono quelli che ti portano alla vera felicità o è quello che gli altri vogliono o si aspettano da te?

Guardare la tv nel tuo tempo libero è quello che ti porta alla tua massima realizzazione di te stesso? Sei sicuro che non c’è niente altro nella vita di più costruttivo ed appagante da fare quando non lavori?

Hai mai ragionato se il consumo esagerato di alcol del sabato sera ti fa davvero divertire o sarà semplicemente uno sfogo disperato di una settimana facendo quello che non ti piace? Perché non pensi invece a lavorare facendo ciò che ti piace ed impari a divertirti lucido?

Il lavoro che fai l’hai scelto per vocazione o perché ti hanno fatto credere che ti avrebbe portato ricchezza e sicurezza? Adesso hai trovato quella ricchezza e sicurezza o forse la manipolazione sociale ti ha portato a seguire la strada che conviene a qualcun altro?

Ti sei mai chiesto se l’informazione che ti arriva dai mezzi di comunicazione è la pura verità o è quello che ti vogliono far credere che stia veramente succedendo intorno a te?

Per mantenerti in forma, lo fai per costruire il corpo che vuoi, o continui con allenamenti ripetitivi e logoranti che non fanno altro che gonfiare un corpo contratto, stanco e dolorante?

L’obiettivo di questo testo non è creare polemica inutile né creare una ribellione che porta al caos ed all’insoddisfazione, ma portarti a fare delle domande giuste per riflettere se la tua vita sta andando nella direzione che ti porta alla vera felicità, se le decisioni che prendi sono veramente tue, che combaciano con la tua individualità, o se sono frutto di un bombardamento di informazioni nel tuo cervello da quando sei nato.

Filtra tutto ciò che leggi, tutto ciò vedi e tutto ciò che senti dire, non accettare verità assolute ma cerca invece di crescere per diventare la persona che accresce valore al mondo con la propria differenza, la persona capace di innovare e di creare nuove idee e valori.

Non diventare neanche una pecora nera, cerca di non essere una pecora per niente! Togli i paraocchi, liberati dal gregge e pensa con la tua testa! Rifletti su tutte queste domande, trova le risposte dentro te stesso e comincia ad agire seguendo la tua vera essenza, quello che TU sei veramente!

Carlo Mea
Presidente della Federazione Italiana del Metodo De Rose
www.CarloMea.it